VINCENTI COME MICHAEL PHELPS

Michael Phelps

Michael Phelps avrebbe mai vinto 22 medaglie alle Olimpiadi se anziché nascere americano con una genetica da 1.93cm di altezza fosse nato in Kenya? Vincenti come Michael Phelps si nasce o si diventa?


Punti di vista

Tipicamente, si sa, gli africani non eccellono nel nuoto, almeno non come nella corsa dove sono i re indiscussi. Ma se Michael Phelps fosse nato con un’altezza di 1.73cm avrebbe vinto tutte queste Olimpiadi? Fore no. Ma probabilmente sarebbe stato comunque un vincente. Molte persone misurano i vincenti dai risultati che ottengono. Verissimo. Se non fosse che spesso i risultati sono da una dose non irrilevante di fortuna genetica.

  • La genetica rappresenta, a livello agonistico, il 70%.
  • Un 20% è tutto ciò che riguarda allenamento e piani alimentare.
  • Il 10% la motivazione e la determinazione che caratterizzano un vero atteggiamento da campione.

La chiave vincente di Michael

chi sono i vincenti, pista da corsa, 100 metri corsa, strada asfaltata, personal trainer milano, delivery training

Il miglior indicatore per riconoscere un vincente è quello di possedere un carattere inarrestabile, perseverante e determinato. Se non si riesce ad ottenere i risultati che ci si aspettava, riprova ancora e ancora è la caratteristica numero uno. La perseveranza è la chiave vincente di Michael Phelps.

Se non si perde peso con la dieta ed allenamento, occorre impegnarsi di più. Non pensare alla dieta come una rinuncia ma più come ad un nuovo “stile di vita”.

Se si è insoddisfatti della propria vita o nel metodo per raggiungere un obbiettivo, cercare dentro di sé la Propria Vera Strada è sicuramente il primo step. I successivi saranno nel mondo esterno, ma il primo è necessario parta da se stessi. Solo così è possibile dare un senso a ciò che si fa senza essere portatori di un senso di vuoto perenne.

Non si dovrebbe persistere su sentieri che non appartengono al proprio essere.


Come si diventa vincenti come Michael Phelps

ryan lochte, michael phelps, individual medley, nuoto, swim, butterfly, olympic, personal trainer milano, delivery training

La differenza tra chi ottiene quello che vuole e chi non lo ottiene, è data semplicemente da migliaia di tentativi ed errori. Magari proprio anche in questo articolo.

Io stessa ogni giorno ho piccoli e grandi ostacoli da affrontare, cadute da cui rialzarmi e sentieri da cui stare ben alla larga. Certo, ci si può arrendere al primo fallimento o semplicemente rimandare come molte persone fanno.

Nessuno vieta di non essere vincenti. Vincenti si è anche nella quotidianità. Si ha sempre una scelta. La differenza sta tra chi FA e chi NON FA.

Perseverare e rammentare a se stessi la propria scelta anche nei momenti di debolezza, aiuterà a stringere i denti e a ricordare i motivi per cui si è scelto di percorre una determinata strada. Vale nel lavoro così come nel fitness, nella dieta, nelle relazioni e in molti altri campi.

Quando meno ce lo si aspetterà. Ci si volterà e, sorridendo, si vedrà quanta strada si è percorsa. Sarà lì che finalmente si potrà dire di essere vincenti come Michael Phelps.

Giulia Garavaglia

COACH DELIVERY TRAINING

Il contenuto divulgativo di questa rubrica comporta necessariamente forti semplificazioni. Le informazioni fornite sono da considerarsi di interesse generale, non coprono tutti i possibili aspetti dell’argomento e non intendono in alcun modo sostituirsi al parere del medico di fiducia. Si declina espressamente ogni responsabilità legata ad azioni individuali basate sulle informazioni fornite in questa sede.