COME OTTENERE UNA PANCIA PIATTA

Ottenere una pancia piatta è il sogno di ogni donna ma anche di molti uomini!

Come spesso dico nei miei articoli, i segreti e pillole magiche non esistono. Ciò che esiste è la buona informazione e l’allontanamento da dogmi sul fitness che ormai da decenni non fanno altro che creare confusione.

Perché si sa, a furia di ripetere una cosa, per quanto falsa essa possa essere, alla fine finisce per diventare vera.


Le due soluzioni per poter ottenere una pancia piatta sono:

1. seguire i consigli che proporrò in quest’articolo per ottenere un addome piatto. E sì, ci sarà da soffrire.

2. non voler far fatica seguendo i suggerimenti e papparsi una mega peperonata imbevuta d’olio oppure una bella lasagna al forno senza alcun rimorso!

Queste due soluzioni sono in realtà due scelte. Perché è proprio questo il primo passo per testare quanto il percorso possa giungere all’obiettivo. Se la scelta che si prende è il punto 2, molto probabilmente non si è ancora pronti per questo percorso. Nulla di male. Sorridi lo stesso!

Prima di continuare con l’articolo e vedere come procedere, ascolta l’estratto che segue sul come ottenere una pancia piatta. NON tutti possiamo averla! Decide Madre Natura.


Cosa fare

Dopo aver ascoltato la brevissima puntata radio. Ora possiamo vedere nella pratica cosa occorre fare.

  • Esercizio fisico 

Non sfondarsi di corse su tapis roulant o su macchine cardio. Serve veramente a poco, a meno che non si corra per almeno 10km tutti i giorni. Cose che solo i corridori professionisti o quasi fanno. Qui spiego perché è meglio preferire altro alla corsa.

L’allenamento ideale è quello ad alta intensità e volume con i pesi. Può piacere o non piacere, ma questa è certamente la via migliore per ottenere la pancia piatta e un addome d’acciaio.

Per le donne la paura di ottenere degli addominali scolpiti come quella degli uomini è scoraggiata da una semplice composizione ormonale. Il testosterone, un ormone prettamente maschile, responsabile dell’aumento della massa muscolare, è presente 10 volte di più negli uomini che nelle donne. Tradotto, per quanto una donna possa allenarsi non potrà mai avere una tartaruga definita come quella maschile. A mano che non parliamo di culturismo, ma qui entriamo in un ambito che non tocca alle persone comuni.

  •  Sgonfiarsi con gli ortaggi

Non vi sono tipologie di verdura “vietate” a chi soffre di pancia gonfia, tutto dipende dalla composizione batterica intestinale che si possiede. Anche per questo motivo, è importante che vi sia un piano alimentare personalizzato e, nel dubbio, il più vario possibile.
In generale sono considerate salutari insalate di finocchio e ortaggio dalle proprietà sgonfianti, utili anche per contrastare il meteorismo.  Per ciò che concerne la frutta, sarebbe meglio consumarla lontano dai pasti. Riservare la frutta agli spuntini, infatti, può giovare a chi soffre di pancia gonfia causando aerofagia.

  •  Scegliere cibi integrali

Alternandoli ad alimenti semi-integrali, significa fare il pieno di fibre e regolarizzare l’intestino. I carboidrati integrali sono un ottimo modo per consumare zuccheri (a lento rilascio di energia) senza incorrere in pericolose impennate di insulina e per abbassare, dunque, l’indice glicemico del pasto. Ancor meglio il grano Saraceno.

In breve, sono migliori i cibi con un basso indice glicemico. Scegliere cibi con un indice glicemico elevato fa accumulare adipe proprio nella parte superiore del corpo: il grasso addominale o viscerale è il più “pericoloso” per la salute perché predispone maggiormente a malattie di tipo cardiocircolatorio. Durante il nostro prima incontro a domicilio 1 to 1 (solo su Milano), grazie alla pesata impedenziometrica, sarà possibile analizzare in pochi secondi i valori di grasso viscerale che si possiedono!

  • Tisane sgonfia pancia

La prima e più importante bevanda, resta sempre l’acqua (oligominerale con poco sodio se si soffre di ritenzione idrica) da bere spesso e a piccoli sorsi. Sono ottime le tisane digestive e gli infusi sgonfianti a base di: semi di finocchio, liquirizia, tarassaco, anice, menta piperita, tè verde e foglie di alloro.

  •  Proteine nobili

Immancabile é il pesce, soprattutto quello azzurro ricco di Omega 3. Gli acidi grassi essenziali favoriscono la salute di tutto l’organismo e le proteine costruiscono i muscoli. Il pesce può essere alternato a carne bianca, uova, tofu e anche legumi (che, se associati ai cereali, formano proteine vegetali di alto valore biologico).


Cosa evitare

come ottenere una pancia piatta, delivery training, personal trainer domicilio Milano, dimagrire, addominali

  • Bibite gasate

Sono da limitare i “vizi” come bere bibite gassate come l’acqua frizzante o che contengono anche troppi zuccheri. Non fanno altro che aumentare gli attacchi di fame, o Binge Eating, nervosa durante i quali si ingurgita davvero di tutto senza controllo.

  • Carboidrati intelligenti

Chi desidera un addome tonico e “a tavoletta”, dovrebbe evitare eccessi alimentari di qualsiasi tipo e, quindi, anche un surplus di lieviti, zucchero e farine raffinate come la 00.

  • Chewing gum

Quando si desidera un ventre più piatto e sgonfio, è necessario anche correggere alcune abitudini come il masticare nervoso della chewing gum. Per evitare che la pancia si gonfi a palloncino, bisognerebbe imparare a masticare a lungo e mai di fretta. In ogni caso è meglio evitarle. Il fatto che fermentino i succhi gastrici preparando ad una digestione che non avverrà mai: masticando senza ingurgitare, infatti, inganna il sistema digerente a prepari al nulla. Non è una leggenda.

  • Dolcificanti

Chi ha la pancia gonfia e desidera un addome più piatto, dovrebbe evitare anche i dolcificanti artificiali, come lo xilitolo (molte chewing gum ne possiedono davvero tanto!), che oltretutto aumentano anche il senso di fame.

Infine, meglio evitare il consumo eccessivo di salumi, soprattutto se vi è una tendenza alla ritenzione idrica e l’addome mostra edemi cellulitici e pelle buccia d’arancia. Non eccedere con i latticini. No, a tutte quelle combinazioni alimentari poco digeribili come, per esempio: il cappuccino, i fritti e tutto ciò che è cibo industriale di famose catene.

Matteo Garavaglia

COACH DELIVERY TRAINING

Il contenuto divulgativo di questa rubrica comporta necessariamente forti semplificazioni. Le informazioni fornite sono da considerarsi di interesse generale, non coprono tutti i possibili aspetti dell’argomento e non intendono in alcun modo sostituirsi al parere del medico di fiducia. Si declina espressamente ogni responsabilità legata ad azioni individuali basate sulle informazioni fornite in questa sede.

1 Comment

Comments are closed.