EVACUARE CORRETTAMENTE

Riderci su?

Probabilmente quest’articolo potrebbe farti ridere o alzare le spalle in segno di “ecco un altra cosa a cui devo stare attenta”. Eppure, evacuare correttamente non è una cosa da prendere sotto gamba. Se tu o qualche tuo caro soffriste di stipsi od emorroidi, quest’articolo potrebbe fare al caso vostro.


Evacuare correttamente è una cosa seria

allenamento al femminile, fitness al femminile, workout al parco, personal trainer domicilio milano, delivery training, ragazze belle, fitness model, esecizi con bilanciere, squat

Molte persone rimangono ignare della seduta su un comune WC. Per quanto comoda, sedersi appoggiando normalmente i piedi sul pavimento, costituisce un pericolo per la salute e per il benessere del retto.

Immaginando il retto come un semplice tubo, se questo venisse leggermente curvato, ogni elemento che dovrebbe passarvi all’interno avrebbe sicuramente delle difficoltà ad attraversarlo. Il rischio di ostruzioni sarà sicuramente una concreta possibilità Per facilitare l’espulsione delle feci, il corpo dovrà di conseguenza generare delle forti contrazioni addominali. Le cosiddette spinte addominali non faranno altro che aumentare la pressione dei vasi sanguigno del retto. Le spinte saranno forti tanto quanto i vostri muscoli addominali.

La conseguenza di un’alta pressione sanguigna e viscerale verso l’esterno alta, nel lungo periodo potrà tradursi nella comparsa di emorroidi o di stipsi.


Una corretta evacuazione

allenamento al femminile, fitness al femminile, workout al parco, personal trainer domicilio milano, delivery training, ragazze belle, fitness model

Il segreto nell’evacuare correttamente è una posizione che abbiano innata da quando siamo bambini. L’accovacciarsi. Se molti si sono chiesti come è possibile fare i propri bisogni nelle turche, beh, ora hanno una risposta al motivo della loro esistenza.

Le turche non sono solo per gli uomini. Le turche non permetteranno di leggere il giornale o stare al cellulare comodamente, ma almeno permetteranno di salvaguardare la salute.

L’esercizio per eccellenza che facilita l’accovacciata è l’esercizio per eccellenza del fitness, lo squat. Uno dei migliori esercizi per la donna. Lo squat alleggerisce la pressione sul retto e rende più facile l’eliminazione delle feci. Di seguito 8 motivi a favore dello squat.

  • Rende la defecazione più veloce, più facile e più completa. Già previene il ristagno fecale, un fattore primario nel tumore del colon, dell’appendicite e di infiammazioni intestinali.
  • Protegge i nervi che controllano la prostata, la vescica e l’utero, impedendo a queste strutture di diventare tese e danneggiarsi.
  • Sigilla in modo sicuro la valvola ileocecale, tra il colon e l’intestino tenue. Nella posizione seduta convenzionale, questa valvola non è supportata e spesso sono presenti perdite durante l’evacuazione, contaminando l’intestino tenue.
  • Rilassa il muscolo puborettale che normalmente soffoca il retto, al fine di mantenere la continenza.
  • Utilizza le cosce per supportare i due punti ed evitare di sforzarsi. Lo sforzo cronico sul water può causare ernie, diverticolosi e prolasso degli organi pelvici.
  • Diventa un trattamento altamente efficace e non invasivo per le emorroidi, come mostrato da studi clinici pubblicati su PubMed.
  • Per le donne incinte, la posizione accovacciata evita la pressione sull’utero quando si usa il gabinetto.

I ritmi circadiani così come l’esercizio dello stacco o deadlift può aiutare nella seduta, ma occorre l’utilizzo di un bilanciere. Esistono anche esercizi da defaticamento da stacchi e squat. Nel video sottostante 21 modi per diventare dei professionisti dello squat.


Ma come faccio a prevenire nella quotidianità

A meno che non si abbia uno spogliatoio degno di una squadra di calcio, dubito che qualcuno abbia le turche in casa propria. Inoltre, non è che siano proprio igieniche con tutte quegli spruzzi ogni volta che si tira lo sciacquone. La soluzione nella nostra quotidianità è molto semplice.

Posizionare un piccolo poggiapiedi davanti a noi quando siamo seduti sul WC, andando a modificare l’angolo di evacuazione. La figura di copertina dell’articolo ne è un chiaro esempio.ù

Se invece la situazione del retto è già danneggiata in maniera avanzata, oltre ad rivolgersi al proprio medico, gli esercizi di Kegel sono il rimedio meno invasivo che esista. Sono esercizi di contrazione e rilassamento per il rafforzamento dei muscoli pelvici.

Matteo Garavaglia

COACH DELIVERY TRAINING

Il contenuto divulgativo di questa rubrica comporta necessariamente forti semplificazioni. Le informazioni fornite sono da considerarsi di interesse generale, non coprono tutti i possibili aspetti dell’argomento e non intendono in alcun modo sostituirsi al parere del medico di fiducia. Si declina espressamente ogni responsabilità legata ad azioni individuali basate sulle informazioni fornite in questa sede.