DIETA CHETOGENICA o KETO DIET

Dieta chetogenica o keto diet

Prima di spiegare in cosa consiste la dieta chetogenica o keto diet, occorre dare alcune definizioni. Saranno parole insolite se non si è del settore, ma sono comunque un opportunità per imparare cose nuove.

Nel video sottostante un estratto in cui parlo della dieta chetogenica.

Definire la differenza tra chetosi e cheto-acidosi è fondamentale per non cascare in un luogo comune: quello che, secondo “esperti”la dieta chetogenica porti alla morte.

La prima parola è la chetosi. La chetosi è una situazione metabolica che si può avere in due situazioni: o durante un digiuno prolungato o seguendo una dieta povera di carboidrati. Il punto in comune è quindi la scarsità di glucosio, fonte primaria di energia.

A questo punto il nostro corpo inizierà ad utilizzare i grasso adiposo in eccesso come fonte di energia primaria. E qui si pongono due problemi.

  1. Alcune cellule non utilizzano i grassi per produrre energia ma solo e necessariamente glucosio: il cervello, il sistema nervoso, i reni e alcune cellule del sangue. Senza come farebbero a sopravvivere?
  2. La produzione di energia rallenta sensibilmente perché manca il sal-acetato, un sale che proviene dai carboidrati. Questo sale inizia il ciclo di Krebs e produce energia a partire dall’acetil-coenzima A.

La chetosidieta chetogenica, keto diet, low carb, dieta a base di grassi, personal trainer milano, delivey training, alimenti con grassi, fatSi deduce, quindi, che l’energia non si ricava direttamente da grassi e carboidrati ma occorre passare dall’acetil-coenzima A.

Ma se scarseggiare il sal-acetato, l’acetil-coenzima A, prodotta sia dalla glicolisi che dalla beta-ossidazione, inizia ad accumularsi pericolosamente. A questo punto per bruciarla occorre una via metabolica alternativa fornita dal fegato. Questa fonte alternativa permette non solo di ricavare energia per un bel po’ senza sal-acetato, ma produce anche i corpi chetonici (acetone, aceto-acetone, beta-idrossibiturrito), una fonte di energia utilissima al cervello.


Cosa accadrebbe se non avessimo i corpi chetonici?

Inizieremmo avere deficit cerebrali e moriremmo. Quindi non c’è motivo di spaventarsi quando si sente parlare di questi corpi.

Occorre dire che corpi chetonici hanno un uso energetico inefficiente perché la quantità di energia che producono, a parità di materia prima, è minore di quella prodotta con il normale ciclo di lisi dei carboidrati, la lipolisi. È un può come se bruciassimo della legna in un piccolo caminetto piuttosto che in stufa.


Ma dove sta il “pericolo” dei corpi chetonici?

Quando il numero di corpi chetonici inizia a superare la soglia del loro immediato utilizzo da parte delle cellule, si iniziano ad accumulare nel sangue. Siamo nella cosiddetta chetassi.

I chetoni sono acidificanti e abbassano il PH del sangue. Perciò il corpo dovrà tamponare questo calo cercando di eliminare parte di questi corpi attraverso l’urina assorbendo dal corpo davvero molta acqua. L’urina prodotta ha una concentrazione di sostanze davvero alta.


La cheto-acidosi

dieta chetogenica, keto diet, low carb, dieta a base di grassi, personal trainer milano, delivey training, alimenti con grassi, avocado

Fino ad ora speroni non aver spaventato nessuno perché sono tutte cose che il nostro corpo è in grado di gestire tranquillamente come routine.

Ma se questi corpi dovessero raggiungere livelli overlimits? Allora il nostro corpo produrrà talmente tanta urina che e il rischio di disidratazione inizierà ad essere davvero alto, sino a portare al coma e alla morte. Stiamo parlando a questo punto di cheto-acidosi e non più chetosi.

È importantantissimo sapere la distinzione tra chetosi e cheto-acidosi. Stiamo parlando di due processi con la stessa origine metabolica ma su piani e situazioni completamente diverse. Spesso vengono confusi!

La cheto-acidosi non avverrà mai in una dieta chetogenica, pur quanti sia rigida. Invece, avviene molto spesso nel diabete di tipo 1. In questo caso, una persona che mangia troppi zuccheri e non ha l’insulina per fare rientrare questi zucchero nelle cellule, si ritroverà non solo con un PH acido nel sangue ma anche con un enorme quantità di corpi chetonici. Quei corpi prodotti da tutte quelle stesse cellule che non hanno ricevuto gli zuccheri. Una tragedia insomma.


La dieta chetogenica o keto diet può portare a complicanze?

No. Perché anche mettendosi con grande impegno non sarà mai possibile raggiungere livelli pericolosi di acidosi. Il pancreas creerà sempre abbastanza insulina per cooperare e ristabilire il PH insieme ai tamponi. Contestualizzare oltre che necessario è doveroso per capire la verità specialmente se stiamo trattando con un ambiente, l’organismo, con innumerevoli variabili.

Quindi chi dice che la dieta chetogenica porta ad un acidità e a situazione di cheto-acidosi sta facendo confusione non a livello biochimico ma proprio a livello di contesto.


A cosa serve la dieta chetogenica o keto diet?

dieta chetogenica, keto diet, low carb diet, dieta a base di grassi, personal trainer milano, delivey training, alimenti con grassi

La dieta chetogenica o keto diet, oltre a curare l’epilessia infantile, è molto utilizzata per perdere peso, inteso come perdita di massa grassa. Ricordo sempre che senza un attività e un programma aliementare specifico, anche seguendo questa dieta il peso si rischia di non perderlo.

A “perdersi” sarà solo il tempo, energia e la massa magra se non si ha un apporto amminoacidico necessario.

Un effetto positivo dei chetoni, contestualizzato alla perdita di peso PER UNA PERSONA SANA, è che tolgono l’appetito quindi ci si sente più spesso sazi. Quindi vuoi perché il numero di alimenti è molto limitato; vuoi perché si mangiano sempre le stesse cose; vuoi per l’effetto dei chetoni, alla fine seguire una dieta ipocalorica non è affatto così difficile anche senza molti calcoli.


Perdere peso con questa dieta è possibile

Occorre, tuttavia, conoscere bene quali alimenti sono concessi. Non solo per una cultura personale ma soprattutto, a mio avviso, per cercare di dare più automia a chi la sta seguendo senza dover dipendere ad ogni pasto dalle labbra di chi ne ha dato le linee generali.

È fondamentale non sbagliare in questa dieta perché basta DAVVERO un piccolo errore per rovinare tutto.

Lo zucchero infatti è insidioso perché si nasconde ovunque persino nella maionese per esempio, anche in quella light. Un altro esempio è prendere il caffè con la panna, ma se puoi la panna che vi servono è una panna da guarnizione, una di quelle che si agitano prima di servirle, di zucchero raffinato alla massimo potenza. Se si inizia una dieta chetogenica bisogna seguirla alla lettera al 100%, senza sgarri.

Leggere le etichette è fondamentale o se proprio si è in dubbio scrivetemi pure in privato. Riassumendo questa dieta è efficace se si segue alla lettera, se si sta attenti e soprattutto se si gode di buona salute. Nel video sottostante descrive che cosa succede al corpo quando si eliminano, non completamente, i carboidrati.

Matteo Garavaglia

COACH DELIVERY TRAINING

Il contenuto divulgativo di questa rubrica comporta necessariamente forti semplificazioni. Le informazioni fornite sono da considerarsi di interesse generale, non coprono tutti i possibili aspetti dell’argomento e non intendono in alcun modo sostituirsi al parere del medico di fiducia. Si declina espressamente ogni responsabilità legata ad azioni individuali basate sulle informazioni fornite in questa sede.