COSA VUOL DIRE SENZA GLUTINE

Oggi ritorno sull’argomento cereali e della moda di seguire diete senza glutine. Ma cosa vuol dire senza glutine? Mi concentrerò a sviscerare le questione perché credo che la cosa stia iniziando ad assumere proporzioni decisamente troppo grandi.

All’inizio credevo che il senza glutine fosse una di quelle mode passeggere. Una di quelle che sarebbe andata nel dimenticatoio molto velocemente senza aver bisogno di parlarne. Eppure frasi del tipo “Ti giuro che sto meglio da quando ho tolto il glutine”, sono molto diffuse. Per non parlare di leggende metropolitane come il sudare fa dimagrire.

Qui di seguito pochi l’estratto radio sul cosa vuol dire senza glutine.


L’avvocato del senza glutine

Partiamo dicendo che in ogni alimenti esistono tre sostanze:

  • quelle nutrizionali;
  • quelle extra-nutrizionali;
  • quelle anti-nutrizionali, contaminanti ambientali, tossine, allergeni, calorie a vuoto, ecc…

Tutto questo è assolutamente normale! L’organismo lo sa ed è perfettamente equipaggiato per farne fronte a tutte e tre.

Fare l’avocato del diavolo è facilissimo.

Vero è che se una persona vuole demonizzare un alimento può benissimo prenderne uno a caso e, sviscerandolo, qualcosa di negativo lo troverà sempre. Ma questo vuol dire che se dovessimo esaltare solo i lati negativi, non potremmo davvero più mangiare nulla!

Per esempio nella carne abbiamo le tossine da macellazione o quelli generati dalla putrefazione. Nel latte ci sono residui di antibiotici e pus. Nel pesce la contaminazione di metilene-mercurio e nel 80% delle spezie ci sono molecole cancerogene. Nella patata e nel pomodoro la solanina. Nella frutta troppo acerba alcaloidi tossici mentre in quella troppo matura prodotti di fermentazione indesiderati. Nei legumi ci sono le saponine e le lectine. Nei cereali integrali c’è l’acido fitico e l’antiproteasi e, infine, nei cereali c’è il glutine come proteina più abbondante.

Ho fatto solo alcuni esempi ma si potrebbe davvero con ogni tipo di alimenti soprattutto considerandone la preparazione: se cotto, crudo, fritto, bollito, ecc… Ma cerchiamo di vedere le cose con più imparzialità e obiettività.

Qui il video sui residui di antibiotici e pus nel latte.


La leggenda del “cosa vuol dire senza glutine”

cosa vuol dire senza glutine, gluten free, villi intestinali, mucosa intestinale, celiachia, intestino, celiaci, cereali, delivery-training, prolanina, persona trainer milano domicilio, celiachiaLeggenda vuole che il glutine non venga digerito e passi indenne stomaco ed intestino perché gli enzimi digestivi non riescono a scomporlo.

La stessa leggenda vuole che, nonostante le cellule intestinali possano assorbire solo singoli aminoacidi (una proteina è formata da più aminoacidi), il glutine sia in grado di sfondare la barriera intestinale. A questo punto il glutine è in grado di giungere direttamente nel sangue dove, non essendo riconosciuto come aminoacido, scatena una reazioni immunitarie titaniche. Allergie, malattie autoimmuni e grandi infiammazioni.

Ma la vera perla è che pare che questo processo faccia ingrassare. Mi scuso per il francesismo, ma quest’ultimo punto rappresenta l’apice delle stupidate.

Se qualcosa danneggiasse l’intestino, come fa davvero il glutine nei celiaci, tutto l’assorbimento dei nutrienti verrebbe compresso. E se tutto o parte dell’assorbimento viene a mancare, com’è possible che si ingrassi, al massimo si deperisce!


Il glutine può dare anche fastidio anche alle persone non affette da celiachia?

cosa vuol dire senza glutine, gluten free, villi intestinali, mucosa intestinale, celiachia, intestino, celiaci, delivery-training, persona trainer milano domicilio, cosa vuol dire celiacoL’unica cosa certa che sappiamo sul glutine, perché è osservabile in laboratorio, è che nei celiaci il glutine in effetti causa una reazione immunitaria nella mucosa intestinale.  Ciò, come detto, provoca mal assorbimento e possibili carenze nutrizionali.

La risposta nasce dall’ignoranza di molti consumatori che, vedendo nei prodotti nei centri commerciali la scritta senza glutine, hanno cominciato a pensare che il glutine fosse in realtà qualcosa di terribile.

Poi qualche grande esperto, grazie a grandi studi filosofici, ha portato “prove” del fatto che se fa male ai celiaci fa male a tutti. Cos’hanno “provato”? Hanno constatato che ISOLANDO il glutine e schiacciandolo in tutte le maniere su una mucosa intestinale, quest’ultima si irrita. Ecco, vi ricordate cosa ho detto poco sopra? Se uno vuole fare l’avvocato del diavolo può trovare un difetto in ogni alimento. Cvd.


Cosa vuol dire senza glutine

cosa vuol dire senza glutine, gluten free, villi intestinali, mucosa intestinale, celiachia, delivery-training, prolanina, persona trainer milano domicilio, villi intestinaliÈ che il glutine è una proteina e, in un individuo sano, come tante altre proteine, questa viene già denaturata nello stomaco. Quindi nell’intestino il glutine non ci arriva proprio! Quello che ci arriva sono le sue componenti, ossia gli aminoacidi e peptidi che lo contengono.

Nota: il corpo non distingue tra aminoacidi ricavati dal glutine piuttosto che da altre proteine, per lui ogni molecola aminoacidica è uguale.

Il fatto che certe proteine abbiamo più prolina o inibitori delle proteasi, non significa che la digestione venga annullata ma al massimo leggermente rallentata, come ben si sa. Questa informazione la scrivo per chi è del settore.

Supponiamo per assurdo

Che qualche frammento proteico di glutine scappi alla denaturazione nello stomaco e alla digestione intestinale, poco probabile ma possibile. E ammettiamo anche che un frammento di questo glutine trovi una parete intestinale irritata e permeabile, ancora più improbabile, e che quindi arrivi nel circolo sanguigno.

Questo frammento verrà identificato dal nostro sistema immunitario come sostanza estranea, un agente patogeno. A questo punto accade uno degli eventi che succede migliaia di volte al giorno nel nostro corpo:

il frammento di glutine viene eliminato esattamente come ogni agente patogeno che entra nel nostro organismo tramite la pelle, l’aria, il cibo o l’acqua.

Quindi non per forza un agente patogeno deve dare per forza una risposta allergica o autoimmune.

È vero, esiste una piccolissima percentuale di persone che, come i celiaci, sviluppano sintomi come il dolore intestinale dopo aver ingerito del glutine. Probabilmente perché hanno difficoltà a digerire questa proteina, ma ciò può capitare con qualsiasi altra proteina. Questa reazione è definita in nutrizione intolleranza alimentare. Ecco cosa vuol dire senza glutine.

Qui il video sull’intolleranza al lattosio.


Ecco perché senza glutine si dimagrisce

gluten free, villi intestinali, mucosa intestinale, celiachia, delivery-training, prolanina, persona trainer milano domicilio, pancia piattaL’intolleranza al glutine si chiama gluten sensitivity. Chi ha questa intolleranza può comunque mangiare alimenti con glutine ma se ne modera i consumi è meglio.

Il vero problema che confonde è che nella dieta, intesa come ciò che quotidianamente si mangia, della maggior parte delle persone è caratterizzata dall’abuso di cereali in forma raffinata. Vuoi per le calorie a vuoto dei cereali raffinati, vuoi per gli effetti secondari dati dai picchi di insulina, è normale che ci si senta privi di energie e che si ingrassi. Quindi chi adotta una dieta priva di glutine è normalissimo che riacquista le energie e dimagrisca. Prima mangiava pane bianco, pasta bianca, pizza bianca, biscotti, brioschine e aveva una dieta pessima.

Tolti i cereali raffinati ed eliminati i picchi di insulina, sbandierare ai quattro venti era tutta colpa del glutine è la scoperta dell’acqua calda!

Il fatto che si dimagrisca è sicuramente un’ottima notizia, ma non c’entra assolutamente nulla con il glutine. La dieta la si poteva migliorare lo stesso anche senza far sparire tutti i cereali ma semplicemente preservandosi da un abuso. In conclusione, il glutine rappresenta un problema serio per chi soffre di celiachia per tutti gli altri basta stare più attenti e preferire cereali integrali.

Matteo Garavaglia

COACH DELIVERY TRAINING

Il contenuto divulgativo di questa rubrica comporta necessariamente forti semplificazioni. Le informazioni fornite sono da considerarsi di interesse generale, non coprono tutti i possibili aspetti dell’argomento e non intendono in alcun modo sostituirsi al parere del medico di fiducia. Si declina espressamente ogni responsabilità legata ad azioni individuali basate sulle informazioni fornite in questa sede.

1 Comment

  • IL GLUTINE FA MALE A TUTTI? - DELIVERY TRAINING

    Luglio 26, 2019 @ 3:34 pm

    […] Quante volte vediamo nei supermercati la scritta senza glutine e ci facciamo trarre in inganno che il glutine sia in realtà qualcosa di terribile? In questa puntata radio vi dirò come stanno realmente le cose. Per maggiori info su come funziona il glutine leggi questo articolo. […]

Comments are closed.